Seguimi su...




Budino al cioccolato

Budino cioccolato e amaretti

Budino cioccolato e cocco

Budino cioccolato e uvetta

Budino d'uva

Cioccolata in tazza

Coppa di zuppa inglese

Coppa kiwi e fragole

Crema alle pesche e limone

Crema vaniglia e gocce cioccolato

Gelati alla soia ( La dieta zona verde)

Gelato ai canditi

Gelato al caffe' e gocce di cioccolato

Gelato al cioccolato e amaretti

Gelato al cioccolato e uvetta

Gelato all'albicocca

Gelato alla banana e nocciole

Gelato alla pesca e vaniglia

Gelato al melone

Gelato all'uva

Gelato allo zabaione

Gelato coppa del nonno

Gelato fior di latte

Gelato gianduia e arancia

Gelato stracciatella ai fichi

Mousse banana e caffe'

Mousse mele e caffe'

Panna cotta all'arancia

Panna cotta alla banana

Panna cotta alle fragole

Panna cotta alla pera

Panna cotta alla vaniglia

Panna cotta alle pesche

Panna cotta al limone

Pesche ripiene al cacao

Pesche ripiene al caffe'

Sorbetto al limone

Sorbetto al melone


 



..

..
..
..
..



 




Gelato al cioccolato e amaretti
Preparazione dolce da 4 blocchi


Ingredienti
gr. 6 farina di semi di carruba (colore bianco, addensante)
gr. 15 circa Truvia Eridania (Stevia)
1 uovo intero medio (1mbP – 1mbG)
ml. 200 latte scremato (1mbP – 1mbC)
gr. 15 liquore amaretto  (½mbC)
ml. 35 acqua naturale
1 cucchiaino aroma naturale mandorla
gr. 30 Cioccolato fondente extra senza zuccheri Coop (1mbC – 3mbG)
gr. 11 amaretti Vicenzi (1mbC)
gr. 130 yogurt greco Total Fage 0% (2mbP - ½mbC)

Preparazione
In una casseruola dal fondo speso, setacciare e mescolare bene la farina di semi di carruba con il dolcificante Truvia.
Frullare l’uovo con il latte, il liquore, l’acqua e l’aroma; versare a filo il frullato sopra le polveri e stemperare bene.
Mettere su fuoco basso e portare ad ebollizione mescolando continuamente fino ad ottenere una crema densa; toglierla dal fuoco e versarla in una ciotola di vetro.
Tritare il cioccolato fondente e gli amaretti ed aggiungerli alla crema, amalgamando bene tutti gli ingredienti. Fare raffreddare, aggiungere lo yogurt greco e mescolare.

Con la gelatiera
Seguire le relative istruzioni. Appena il gelato è pronto suddividerlo in 4 coppette.
Se viene consumato entro un’ora, conservarlo in frigorifero, altrimenti in freezer.

Senza gelatiera
Porre la ciotola nel freezer avendo cura di mescolare la crema ogni 30 minuti. Dopo circa 4 ore (oppure quando avrà raggiunto la consistenza desiderata) ripartire il gelato in 4 coppette. Se viene consumato entro un’ora, conservarlo in frigorifero, altrimenti in freezer.
1 blocco = 1 coppetta

Note
Golosissimo e fresco spuntino o piacevole fine pasto.

TruviaEridania (Stevia) - kcal 0
Ingredienti 100% naturali - Agente di carica: eritritolo, edulcoranti: glicosidi steviolici (estratto delle foglie di Stevia), aromi naturali.
Il principio edulcorante che caratterizza Truvia è un composto steviol glicosidico ad alto contenuto di rebaudioside A - la parte più nobile e ricca di gusto della stevia - che si libera dall’infusione in acqua delle foglie e che viene poi ulteriormente isolata e purificata fino a ottenere l’estratto di foglia di stevia Truvia.
L’eritritolo è un polialcol che si trova in natura in alcuni frutti come l’uva o il melone e in alimenti fermentati. Si tratta di un edulcorante ottenuto mediante fermentazione naturale, senza calorie e con indice glicemico pari a zero. In Truvia l’eritritolo viene utilizzato per dare corposità e per poter dosare facilmente il dolcificante.

Lo yogurt greco Total Fage 0% ha i seguenti valori nutrizionali per gr. 100 di prodotto:kcal. 57 – P. 10,3 g. – C. 4 g. -  G. 0 g.

Il Cioccolato fondente extra senza zuccheri Coop ha i seguenti valori nutrizionali per 100 g. di prodotto: Kcal 442 – P. 7,1 g. – C. 43,4 g. di cui zuccheri 0 g. – polialcoli 43,4 g. (conteggiabili al 60% Decr. Leg. 77/93 = 26,04 g.) – Carboidrati utili: 26,04 g. (polialcoli) -  G. 30,6 g.

Gli amaretti “Vicenzi” hanno i seguenti valori nutrizionali per gr. 100 di prodotto: P. 6,9 g. – C. 77,7 g. – G. 10,2 g.

Nel caso si usassero prodotti diversi da quelli indicati in ricetta, controllarne i valori ed effettuare gli opportuni bilanciamenti.

 

Versione stampabile